SCM player skins Lo Psicodramma incommensurabile di Calliope Untitled Document
“ Adesso è ora che mi ricostruisca dentro, 
che mi dia spina dorsale, 
anche se fallisco.
“ Devo smettere di parlare con te. Dimentichi mai quello che ti dico?”
“Neanche una parola,” disse. “Vivo costantemente con la paura che le parole siano tutto quello che mi rimarrà di te.
“ In questa Italia di briganti-pazzi vivo con la tristezza ostile d’uno straniero che non ha più patria.
“ Non solo non sono stato capace di diventare cattivo, non sono stato capace di diventare niente: né cattivo, né buono, né disonesto, né onesto, né un eroe, né un insetto. Adesso vivacchio, oramai, nel mio angolino, dicendo che sono cattivo, eccitandomi con una malvagia, inutile idea consolatoria, che un uomo intelligente non può seriamente diventar niente, e che diventan qualcuno soltanto i coglioni.
“ Credo che, per assurdo, a trascinarmi sempre nella gabbia di pazzia sia non tanto capire poco, ma capire tantissimo quello di cui sono stanca.
Tipo che amo.
E sono amata.
Solo… non abbastanza. Ecco.
“ Mi fa male la testa e l’universo.